differenza tra Separazione-e-divorzio

Differenza tra separazione e divorzio

La differenza tra separazione e divorzio è un aspetto cruciale nel diritto matrimoniale, e presenta diverse sfaccettature da esaminare. Inizieremo analizzando entrambi i concetti, per poi esaminare le loro differenze principali in dettaglio.

Separazione:

La separazione è una situazione legale in cui gli obblighi matrimoniali reciproci tra i coniugi vengono sospesi, ad eccezione di quelli relativi all’assistenza e al reciproco rispetto. Essa rappresenta un periodo di transizione che offre ai coniugi la possibilità di riconciliarsi prima di prendere una decisione definitiva, che solitamente viene formalizzata tramite una sentenza di divorzio.

Esistono due tipi di separazione: quella consensuale e quella giudiziale. La separazione consensuale avviene quando i coniugi raggiungono un accordo e il giudice lo omologa, mentre la separazione giudiziale avviene quando il giudice emette una sentenza sulla separazione.

Divorzio:

Il divorzio, al contrario, rappresenta la fine definitiva del matrimonio. In Italia, è stato introdotto nel 1980 con la legge n. 898 e successivamente modificato nel 2015 per accelerare i tempi del processo. Con il divorzio, entrambi i coniugi perdono lo status di coniugi, cessando gli effetti giuridici del matrimonio, come il dovere di fedeltà, l’assistenza morale e materiale, e la coabitazione. Tuttavia, gli obblighi verso i figli e la potestà genitoriale rimangono invariati, indipendentemente dallo stato coniugale.

Differenze principali tra separazione e divorzio:

  1. Diritto al nuovo matrimonio: Con la separazione, i coniugi non possono contrarre nuove nozze. Invece, con il divorzio, entrambe le parti possono legalmente risposarsi, poiché il vincolo matrimoniale viene sciolto definitivamente.
  2. Tempistiche: La legge italiana del 2015 ha introdotto il “divorzio breve”, abbreviando notevolmente i tempi per il divorzio in caso di separazione consensuale. Tuttavia, in situazioni di conflitto, i tempi e i costi possono aumentare notevolmente. Nel caso di separazione, le tempistiche possono variare a seconda che sia consensuale o giudiziale.
  3. Procedura senza avvocato: In caso di separazione consensuale, i coniugi possono rivolgersi direttamente al Sindaco del Comune di residenza o di celebrazione del matrimonio senza bisogno di un avvocato, se non ci sono figli minori, figli portatori di handicap o figli maggiorenni non economicamente autosufficienti. Al contrario, nel divorzio e nella separazione giudiziale, è obbligatoria l’assistenza di un avvocato.

Aspetti patrimoniali:

In entrambe le situazioni, è importante affrontare l’aspetto patrimoniale, specialmente in caso di separazione giudiziale o divorzio contenzioso. La legge italiana prevede la comunione legale dei beni in assenza di una dichiarazione esplicita dei coniugi al momento del matrimonio. In caso di separazione o divorzio, questa comunione viene sciolta, e i beni possono essere divisi, a meno che le parti raggiungano un accordo diverso.

Assegno di mantenimento:

L’assegno di mantenimento ha scopi diversi a seconda che si tratti di separazione o divorzio. Nella separazione, l’assegno mira a mantenere lo stesso tenore di vita che si aveva durante il matrimonio. Nel divorzio, invece, è previsto per il coniuge economicamente più debole e si basa sull’inadeguatezza dei mezzi di sostentamento.

Eredità:

Nel caso di separazione, i diritti ereditari non vengono influenzati. Il coniuge separato ha gli stessi diritti successori del coniuge non separato. Tuttavia, in caso di separazione con addebito, il coniuge colpevole non erediterà dal coniuge deceduto, tranne nel caso in cui ricevesse alimenti da quest’ultimo, caso in cui potrebbe ricevere un assegno vitale dagli eredi.

Nel divorzio, invece, vengono persi tutti i diritti successori acquisiti con il matrimonio.

In conclusione, le differenze tra separazione e divorzio sono significative e vanno ben oltre la semplice terminologia. Entrambi i processi hanno implicazioni legali, finanziarie e personali importanti, quindi è essenziale comprendere appieno le differenze e consultare un avvocato esperto in diritto di famiglia prima di intraprendere qualsiasi azione legale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Call Now Button
×